La parola dell’anno

14.01.19 • Categoria: Vita da freelance
Non so voi, ma io ho sempre odiato fare la lista dei buoni propositi a inizio anno e soprattutto la dimentico puntualmente già a febbraio. Quest’anno finalmente mi sono impegnata a trovare la mia parola dell’anno; quella che ci guida nella pianificazione, nella ricerca di ispirazione e nelle priorità.
La parola dell’anno è un manifesto alle intenzioni: ci indica la direzione da seguire, non ha a che fare solo con la propria attività, riguarda molteplici ambiti della vita. 
Per trovare la parola giusta è necessario fare una revisione dell’anno appena trascorso ed ascoltare mente, cuore e pancia. In questi primi giorni di Gennaio sono stata un po’ a riposo per via di una tendinite alla mano (quella con cui disegno, uff!). In questo anno appena passato ho lavorato tanto, tantissimo, ma pochi momenti di ricarica, pochi periodi di raccoglimento, molta stanchezza mentale, e quindi il mio fisico ad un certo punto la pausa se l’è presa da solo!
Il mio piccolo laboratorio è ancora agli inizi, so bene che per crescere e migliorare c’è bisogno di lavorare sodo e lo faccio con immenso piacere, ogni giorno e sempre con maggiore entusiasmo. Mi serve solo una piccola pacca (immaginaria!) sulla spalla, di tanto in tanto, che mi dica  “ehi ciccia, anche un po’ meno! Vai a farti una passeggiata e non tornare prima di mezz’ora!”
Grazie a Susannah Conway ho lavorato per una settimana sulla mia parola del 2019, eccola: DELICATEZZA

Per la mia bellissima nonna la delicatezza è  la virtù suprema, che si addice ad un piatto raffinato o ad una sposa elegante.
Delicatezza come leggerezza. Data la mia inclinazione a lavorare senza sosta e sostenere alti livelli di stress, quello che vorrei nel 2019 è un po’ di leggerezza.
Delicatezza come gentilezza. Il fattore che ritengo indispensabile, che si tratti di clienti, colleghi o amici.
Delicatezza come sensibilità e cura. Cura del proprio corpo, cura delle persone che amiamo, sensibilità alle richieste dei clienti, cura del proprio piccolo business come una piantina che cresce desiderosa di attenzioni.
Auguro un anno delicato anche a voi, qualunque cosa facciate, e spero che quando sfornerete una buonissima torta i vostri bimbi esclamino “Mmm, delicatissima!”
Ed ecco qui il mio delicato manifesto, i principi che guidano la mia attività; l’ho appeso in studio per ricordare a me stessa chi sono e chi voglio essere. Spero sia di ispirazione anche per voi, potete scaricarlo ed appenderlo in cucina, nel lab o nella stanza degli hobby di cui dovete riappropriarvi!

Vi abbraccio con delicatezza 
Lisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *